News
News

Infortunio in itinere: quando scatta il risarcimento?

Infortunio in itinere: quando scatta il risarcimento?

Infortunio in itinere: che cos’è?

Con infortunio in itinere si intende il danno risarcibile subìto da un lavoratore durante il “normale tragitto” che egli compie, all’andata e al ritorno, dal luogo della propria abitazione a quello di lavoro entro un ragionevole lasso di tempo. Una recente circolare Inail ha inoltre precisato che per “percorso normale” si intende quello effettuato a orari confacenti con quelli lavorativi.

Auto di lavoro: DANNO DA FERMO TECNICO

Auto di lavoro: DANNO DA FERMO TECNICO

Non tutti sanno che e’ una voce di danno che andrebbe risarcita

Sei coinvolto in un incidente stradale e, oltre al danno riportato dall’auto, sei costretto anche a lasciarla dal carrozziere per le riparazioni dovute. Scomodo, ma estremamente problematico se con l’auto ci lavori! Che fare, allora? Puoi richiedere ed ottenere il danno da fermo tecnico

Il danno da fermo tecnico viene riconosciuto a tutti coloro che non possono utilizzare l’auto a causa dei danni riportati nell’incidente, e che si aggiunge al danno materiale subìto dal veicolo stesso.

Colpo di frusta: quando e perché l’assicurazione deve sempre risarcire

Colpo di frusta: quando e perché l’assicurazione deve sempre risarcire

Il colpo di frusta è uno dei danni più comuni in caso di incidente stradale, soprattutto nell’eventualità di un tamponamento. Se in seguito a un sinistro l’automobilista subisce un colpo di frusta e questo viene accertato dai medici, la compagnia assicuratrice non può negare il risarcimento, pur in assenza di esami strumentali (come le radiografie) a provarlo.

Infortunio davanti alla scuola: si può richiedere un risarcimento?

Infortunio davanti alla scuola: si può richiedere un risarcimento?

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 19160, ci informa che la responsabilità della scuola è circoscritta agli edifici interni: finché lo studente non entra fisicamente nell’edificio, la responsabilità della sua persona e della sua incolumità è a carico di chi lo accompagna. Approfondiamo insieme il caso, prendendolo in esame.